“Politica: uno strumento per servire la comunità e la città”

Andrea Gallorini, 23 anni, il 16 giugno scorso è stato nominato Presidente comunale dell’UDC di Arezzo: laureando alla Facoltà di Lettere cittadina, preferisce “dedicare una serata a parlare di temi importanti per la città all’andare a giocare a calcetto…Ho iniziato a interessarmi alla politica nel 2008, quando con alcuni amici della mia età, abbiamo appoggiato la decisione dell’Udc di correre alle elezioni politiche separata dal centro- destra, appoggiando quella scelta che ci sembrava coraggiosa…Nel partito mi han visto prima candidato alle elezioni provinciali nel 2009, dove sono arrivato secondo in tutta la provincia, poi dopo alle ultime comunali sono arrivato terzo in ordine di preferenze in tutta la lista; son rimasto contento soprattutto per le preferenze, non è semplice trovare a 22 anni 156 preferenze perché si vota la persona, non il partito.”

galloriniIl giovane politico racconta: “Questo impegno, non tanto per il partito ma quanto per la comunità, e questo ci tengo a sottolinearlo, ha fatto sì che abbiano scelto di affidarmi l’incarico di Presidente Comunale dell’Unione di Centro, eletto dal Congresso Comunale… Naturalmente è un grande onore e anche una grande responsabilità; ci vorrà grande impegno per assolvere a questo compito, però la consapevolezza di offrire un servizio al proprio partito, ma soprattutto alla propria comunità rende questo compito molto eccitante e sono molto carico di buona volontà. La politica deve tornare a essere strumento per servire la comunità e la nostra città e non gli interessi di parte e personali, ecco questa dev’essere la filosofia... E’ stato un caso più che altro” commenta così il suo successo Andrea “non è che a 19anni pensavo di diventare presidente del partito o che altro: hanno voluto premiare coloro che si sono impegnati in questo periodo e quindi hanno voluto gratificarmi per i risultati elettorali e per l’impegno, ma anche per un’attenzione ai giovani che ora nel mio partito c’è, che è anche l’unico modo per fermare l’anti-politica: portare idee nuove e soprattutto coerenza, perché se non c’è coerenza è naturale che la politica perde…per questo credo che l’opposizione va fatta sui contenuti e non sui pregiudizi.”

13/07/12

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s